Come colorare i capelli con tinte pastello e arcobaleno


Abbiamo già parlato della pastello-mania che si sta facendo largo tra le nostre chiome: tinte dai colori tenui che trasformano la testa di ragazze e ragazzi (e anche ultrasessantenni) in un vero e proprio arcobaleno. Avere i capelli colorati è la più grande aspirazione di chi non ama seguire la massa e, se anche voi desiderate ottenere un effetto zucchero filato in testa o preferite un blu elettrico, seguite la nostra guida che vi insegnerà come colorare i capelli in ogni dettaglio.

Tecniche di tintura temporanee

Prima di intervenire sulla nostra chioma, dobbiamo decidere quale effetto vogliamo ottenere. In questo caso, stiamo parlando di durata: volete tingere in modo permanente i capelli o sconvolgere il vostro look solamente per una sera? Se avete scelto la seconda opzione, sappiate che ci sono diversi modi per colorare i capelli in maniera temporanea. Noi ve ne citiamo due:

–          Con i pigmenti. Per tingere i capelli in modo temporaneo potete servirvi dei pigmenti, che vanno applicati per mezzo di un pennello sulle ciocche desiderate, subito dopo averle cosparse di lacca. Ciò serve ad aumentare la tenuta, mentre il colore verrà fissato per mezzo del phon.

–          Con i gessetti. Sono, in assoluto, il metodo più facile e veloce per ottenere un crazy look per una serata in compagnia. Basta, infatti, colorare i capelli, inumiditi, con i gessetti appositi e fissare il tutto con un po’ di lacca. Attenzione: tendono a macchiare.

Se i metodi che vi abbiamo descritto non vi soddisfano e desiderate ottenere un risultato permanente, ecco come colorare i capelli e scioccare gli amici.

Occorrente:

–          Decolorante

–          Acqua ossigenata

–          Tinta colorata

–          Pennello

–          Guanti

–          Una mantellina o un asciugamano per proteggersi

–          Un asciugamano che non vi piace

Decolorare i capelli

Dovete sapere che, per colorare i capelli di rosa, viola o blu, è necessario partire da una base chiarissima, meglio se completamente bianca. Perché? Non soltanto perché la tinta colorata aderirà meglio (ecco perché anche le bionde dovrebbero schiarire i loro capelli di qualche tono), ma anche e soprattutto perché più i nostri capelli saranno scuri, meno si noterà la differenza di colore. Anche i colori più chiari, come un turchese, e quelli più shocking, come il rosa, tenderanno a scomparire, rendendo l’operazione del tutto inutile.

Per decolorare i capelli occorre, innanzitutto, scegliere il giusto decolorante, prediligendone uno forte, ma non troppo. Se non si sa quale sia il kit adatto al proprio colore di capelli, può essere utile chiedere consigli alla commessa del negozio in cui si acquista o, se si è in confidenza, direttamente alla propria parrucchiera. Potrebbe essere un’idea quella di ricorrere alla decorazione in un salone e realizzare, invece, la tintura a casa propria.

Decolorare i capelli è, infatti, un’operazione rischiosa se non si è certi di quello che si sta facendo, dal momento che vengono utilizzati dei componenti che indeboliscono molto i capelli. Per questo motivo, se avete deciso di procedere da sole, vi potrebbe essere utile fare prima una prova su una ciocca di capelli per capire come funziona il processo e per quanto tempo tenere la miscela in posa prima di lavarla via.

Dopo aver creato il composto di decolorante e acqua ossigenata seguendo le istruzioni del kit, dovrete applicarlo sulla vostra chioma con un pennello adatto (di solito è già incluso). Indossate una mantellina o un asciugamano per proteggere i vestiti e tenete da parte un asciugamano che non utilizzate, poiché potrebbe impregnarsi di tintura. Per decolorare i capelli divideteli in sezioni e assicuratevi di lasciare libero almeno un centimetro dalla radice. Cercate di essere veloci nei movimenti e, una volta terminata l’operazione, ripetete, questa volta includendo anche le radici. Potrete capire quando il prodotto dovrà essere risciacquato (senza l’uso di balsami) dal colore dei capelli, che dovranno essere di un biondo chiaro. Fissare con un phon.

Tingere i capelli

Una volta terminata la fase di decolorazione, può iniziare il vero divertimento, ovvero la tintura dei capelli. Per colorare i capelli di rosa o qualunque altro colore, se così può essere definito, “insolito”, dovrete mescolare del balsamo bianco con la tintura, fino a raggiungere la tonalità desiderata. Anche in questo caso, servitevi di un pennello per tingere i capelli. Se, invece, volete colorare solo alcune ciocche, vi basteranno le mani (protette, ovviamente, dai guanti).

Dopo aver ricoperto la chioma di tintura, attendete dai 30 ai 45 minuti, risciacquando, infine, senza l’utilizzo di shampoo o balsamo. Se sono rimasti dei punti più chiari, potete tranquillamente rimediare passando la tinta solo su quelle zone.

Risultato:

capelli colorati,capelli arcobalenocapelli colorati,capelli azzurri,capelli turchese
capelli rossi,rihanna,capelli rihannacapelli rosa,trolls
capelli rosa,barbie,rosa barbie… o quasi.

Non vedete l’ora di testare il nostro tutorial su come colorare i capelli? Fateci sapere com’è andata!


Potrebbe interessarti anche...

comments powered by HyperComments

Iscriviti alla Newsletter per ricevere tutte le novità di Benessere!