Riconoscere il tipo di pelle e prendersene cura


Capire che tipo di pelle si ha è molto importante al fine di imparare a prendersene cura nel modo corretto e rimanere giovani più a lungo. Infatti, utilizzando i prodotti sbagliati, si rischia di invecchiare precocemente e danneggiare la cute, esponendola a uno stress eccessivo. Devi sapere che esistono 5 tipi di pelle: normale, grassa, secca, mista e sensibile. Ognuna ha le sue caratteristiche e noi ti aiuteremo a capire che tipo di pelle hai con la prova del fazzoletto.

Come individuare i tipi di pelle con un fazzoletto

Per riconoscere il tipo di pelle basta fare un test semplicissimo e, una volta individuato il risultato, basterà confrontare le caratteristiche dei diversi tipi di pelle per capire a quale categoria appartiene la nostra. Prendi un fazzoletto appena sveglia e appoggialo per qualche secondo al viso, dopodiché non ti resta che scoprire il risultato.

Pelle normale

tipi di pelle,pelle normale,beauty

 

Se sul fazzoletto non è rimasta nessuna traccia, puoi ritenerti veramente fortunata. La pelle normale è, infatti, quella in assoluto meno problematica fra tutti i tipi di pelle. Il perfetto equilibrio tra acqua e lipidi la rende morbida, omogenea e particolarmente elastica, il che significa che i segni dell’invecchiamento tarderanno ad arrivare.

In questo caso, non sono necessari specifici trattamenti. Lo stile di vita che avete condotto finora, tra un’alimentazione sana e un po’ di fortuna nell’aver ricevuto dei buoni geni, continuerà a bastarvi per conservare una pelle normale, mantenendola sana con un semplice trattamento idratante di routine.

Pelle grassa

tipi di pelle,pelle grassa,acne,brufoli

La pelle grassa è facile da individuare e puoi capire che tipo di pelle hai verificando se sul fazzoletto sono rimaste delle tracce umide, specialmente in corrispondenza di fronte, naso e guance. Tra tutti i tipi di pelle, questo rilascia, infatti, del sebo in eccesso, rendendo la cute unta al tatto e particolarmente lucida.

Questo tipo di pelle è alquanto problematico e si caratterizza dalla presenza di acne e punti neri (soprattutto in età adolescenziale). Per tenere sotto controllo la pelle grassa, è necessario dare una regolata alla tua alimentazione, riducendo il consumo di carboidrati.

Inoltre, se prima stavi usando delle creme eccessivamente idratanti, potrebbe bastarti cambiare tipologia per scoprire che la causa era proprio una pulizia del visto sbagliata. I prodotti destinati a idratare il viso sono, al contrario, dedicati a chi ha una pelle secca: il completo opposto di quella grassa.

Se, dopo aver letto tutte queste caratteristiche negative, ti sei un po’ abbattuta, ti renderà felice sapere che la pelle grassa è meno incline ai segni del tempo e, quindi, alle rughe.

Pelle secca

tipi di pelle,pelle secca,disegno,cartoon

Per riconoscere il tipo di pelle e capire se appartiene al gruppo della pelle secca, dopo aver tolto il fazzoletto non dovrai notare nessun tipo di segno. In questo caso, ci si potrebbe confondere con la pelle normale, ma, se ti sentirai il viso tirare e avvertirai una sensazione di disidratazione, potrai stabilire con certezza che appartieni alla categoria dei tipi di pelle secca.

Anche questo caso, si tratta di una tipologia un po’ più problematica, essendo caratterizzata da un’eccessiva secchezza e, di conseguenza, una maggiore facilità che la cute si irriti. Stai attenta soprattutto ai picchi di stagione, sia estivi che invernali, dove sia il caldo che il freddo possono rendere la pelle ancora più secca e irritata.

Per rimediare a questo status, ti basterà acquistare una buona crema idratante e applicarla regolarmente. Essendo predisposta a una secchezza elevata, ti consigliamo anche di integrare più liquidi nella tua alimentazione, partendo proprio dall’acqua.

Pelle mista

tipi di pelle,pelle mista,disegno,cartoon

Tra tutti i tipi di pelle, questo è abbastanza particolare. Come dice il nome, contiene degli elementi misti e per capire che tipo di pelle si ha, in questo caso, bisognerà verificare se sul fazzoletto sono presenti delle macchie sulla, cosiddetta, zona T. Si tratta di fronte e naso, dove, questa volta, sono escluse le guance, differenziandosi dalla pelle grassa.

È detta pelle mista proprio perché sono presenti sia elementi della pelle grassa che della pelle secca, dove i primi, come dicevamo, si concentrano su fronte e naso, mentre i secondi riguardano, principalmente, le guance.

Il trattamento, a questo punto, diventa lo stesso che si effettua per i tipi di pelle grassa e secca, utilizzando il prodotto adatto esclusivamente sulle zone alle quali si riferisce.

Pelle sensibile

tipi di pelle,pelle sensibile,acne,brufoli,irritazione

Per riconoscere il tipo di pelle, in questo caso, la prova del fazzoletto non serve più di tanto, perché darebbe lo stesso risultato delle pelli normali o secche. Inoltre, chi soffre di pelle sensibile lo sa bene, perché è colpito di frequente da irritazioni e arrossamenti, dovuti ai minimi cambiamenti, compresi quelli climatici.

La pelle sensibile potrebbe essere confusa con la pelle secca e, in effetti, quest’ultima presenta un po’ tutte e due le caratteristiche. Per capire che tipo di pelle hai tra le due, ti basta osservare se la cute è solo incline alle irritazioni o appare anche secca e disidratata.

Per proteggerti dalle conseguenze della pelle delicata, usa una protezione solare elevata quando ti esponi al sole e mantienila protetta tutto il giorno. Per farlo, utilizza degli specifici prodotti venduti nei supermercati più forniti o in farmacia e che hanno la capacità di creare una barriera e nutrire la cute.


Potrebbe interessarti anche...

comments powered by HyperComments

Iscriviti alla Newsletter per ricevere tutte le novità di Benessere!